Burberry e la Moda 2.0

La moda fatta di sfilate, riviste patinate, party esclusivi diventa 2.0? Ossia dematerializzata, frammentata e condivisa? Si. E l’apripista è Burberry, casa di moda di lusso britannica, tradizionale ma lungimirante. La nuova collezione, disegnata da Christofer Bailey, è stata trasmessa in streaming e condivisa praticamente ovunque. E anche il sito del brand è assulutamente in linea con questa nuova tendenza: la sfilata può essere vista ogni volta che vogliamo, commentata sui social network e discussa online con amici e appassionati. Ovvio, si può anche comprare!
E non è finita qui: a breve potremo personalizzare online il celeberrimo trench diventando così un po’ stilisti – ma molto prosumer.

(continua)

MPS: la banca con un’idea…. addosso!

Monte dei Paschi di Siena lancia una linea di abbigliamento ispirata all’anno di fondazione dell’Istituto.
Dal 1472 ad oggi sono passati più di 500 anni e MPS non ha intenzione di dismettere i panni della banca per iniziare a produrre felpe. “Questo è un modo per farci conoscere e allo stesso tempo aiutare chi sta peggio” dichiara Giuseppe Mussari, presidente del Monte dei Paschi di Siena (nella foto).

La linea di felpe, t-shirt e polo è firmata Jaggy e il 10% del ricavato delle vendite sarà devoluto a ACRA – associazione che lavora nella lotta alla povertà e alla fame in Africa. E c’è già un record: è la prima collezione di moda ad essere prodotta da una banca che sta facendo molta promozione collaterale. Dallo scorso ottobre, infatti, ha iniziato a vendere vini pregiati con l’etichetta Rosso 1472, prodotti da MPS Tenimenti….(continua)