Coca Cola e i digital billboard

Da qualche mese Coca Cola ha creato il proprio Digital Network diventando, non solo “inserzionista” ma anche “media owner”.Infatti, la più grande beverage company del mondo ha istallato 28 billboard elettronici in 27 mercati in cui opera.

“In realtà si tratta di un’avventura della quale volevamo essere protagonisti”, ha commentato Beatriz Perez, senior VP integrated marketing di Coca-Cola North America. “Come company che è sempre alla ricerca di differenti modalità per comunicare in maniera veloce, molto più rilevante e ad un target ben definito, abbiamo cominciato a verificare diversi approcci“.

Sicuramene possedere un network di billboard è economico per chi, come Coca Cola, spende più di 31 milioni di dollari l’anno in outdoor media (fonte Kantar Media). Ma non solo. La multinazionale è, infatti, anche interessata ad avere un strumento utile a monitorare e  studiare il modo in cui i messaggi vengono percepiti ed impostare così azioni e reazioni di marketing.

“Queste informazioni guideranno la nostra digital brand strategy, la sua performance con gli In-Store networks, per esempio quello di Walmart e , potenzialmente, anche la presenza su social media come facebook; stiamo ottenendo molte informazioni sugli altri mezzi di comunicazione, non si tratta solo di Billboard“.

Per approfondire: POPAI digital

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *