Gordon Brown vuole l’UK 2.0

Il primo ministro britannico Gordon Brown promuove la diffusione della banda larga e per il diritto a internet (per erogare anche servizi pubblici a disposizione della collettività).

Stiamo parlando del portale “Mygov” che, come spiega Brown, permetterà a ogni cittadino di prenotare servizi o visite mediche, pagare le tasse, ottenere rimborsi, iscrivere i figli a scuola, cercare lavoro, controllare l’accredito della pensione, richiedere sussidi, avviare pratiche di vario tipo…
Il primo obiettivo è aiutare il cittadino nella lotta contro la burocrazia e le code, il secondo è quello di far diventare l’amministrazione pubblica del Regno Unito un modello per gli altri Paesi.

Per mettere in piedi questo progetto c’è bisogno del supporto tecnologico: ecco che si parla di ampliamento della banda e diffusione a tutti i cittadini (coinvolgendo anche aziende private per arrivare a coprire anche le zone rurali).

Sicuramente la cosiddetta “amministrazione digitale” apporterà benefici e risparmi allo Stato (dopo la prima fase di investimenti in infrastrutture e servizi) e il premier parla anche di 250 mila nuovi posti di lavoro.

Per approfondire: Repubblica.it The Guardian

2 pensieri riguardo “Gordon Brown vuole l’UK 2.0

  1. ) Find someone that is already confident in this area and copy them.
    At their finest they produce moments that make life worth living.
    However, every travelers in India, Indian or of foreign origin , would do well
    to plan his trip beforehand to enable him to locate a hotel
    bid that a majority of suits his needs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *