L’e-commerce si fa più “mobile”

Tutti abbiamo un smartphone in mano, non in tasca! E navighiamo sempre più da dispositivi mobili (siano essi tablet o cellulari di ultima generazione). Ma quanti processi di acquisto vengono finalizzati? Ce ne parlano gli analisti della School of Management del Politecnico di Milano.

“Il mobile Commerce – inteso come il valore delle vendite al consumatore finale da parte dei merchant con operatività in Italia, mediante Mobile Site o Applicazioni per Smartphone – cresce in tripla cifra nel 2014 e, con un peso pari al 10% dell’eCommerce B2c, inizia a giocare un ruolo davvero importante.
La penetrazione e il tasso di crescita del canale Mobile in Italia sono superiori a quelli dei principali mercati internazionali, anche se, in termini assoluti, il mercato ha ancora dimensioni inferiori.
Nel corso dell’anno la crescita dell’offerta Mobile nell’Abbigliamento e nell’Informatica ed elettronica di consumo ha generato un incremento dell’incidenza delle vendite di prodotti. Il Mobile sta dimostrando di avere delle interessanti potenzialità non solo quando l’istante di acquisto conta ma anche per le vendite di prodotti o servizi il cui esito è completamente svincolato dallo specifico momento in cui vengono effettuate.
Se consideriamo congiuntamente le vendite dai nuovi device (Smartphone e Tablet) otteniamo un’incidenza percentuale sul totale eCommerce pari al 20% circa. Risultati molto incoraggianti, quindi, che confermano che Smartphone e Tablet sono ormai determinanti nell’estendere la fruizione di Internet.” 

I prossimi passi saranno dettati dalla lungimiranza dei merchant e dalla volontà dei marchi di investire in APP, siti usabili da mobile e, perché no?, sistemi di pagamento mobile friendly. Staremo a guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *